Nel cuore della Corsica

9 giugno, diciannovesimo giorno di #teatrosu2piedi
(in Corsica, da Bastia a Olmi Cappella)

>>> Leggi il terzo racconto di Andrea Porcheddu <<<

Il miglior modo per andare dall’Italia alla Francia è senza dubbio passare per la Corsica. Non solo geograficamente. I corsi assomigliano agli italiani, parlano italiano, si sentono italiani. Ma sono francesi. Non è questo il luogo per ripercorrere le vicende storiche dell’isola, mi basta soffermarmi sulla quasi ovvietà (!) del nostro percorso in mare da Livorno alla Corsica a Marsiglia.

l'arrivo dal mare

l’arrivo dal mare

Arriviamo dal mare – ovviamente! – nel porto di Bastia. Un autobus ci viene a prendere e ci porta verso il piccolo paese di Olmi Cappella, 198 abitanti quasi a mille metri sopra il livello del mare. Il paesaggio si fa subito angusto e affascinante. Attraversiamo la Corsica, la scopriamo selvaggia come non mai. I boschi sono fitti, le mucche al pascolo sulla strada ci guardano impaurite. Non incontriamo anima viva per chilometri.

verso Olmi Cappella

verso Olmi Cappella

Arriviamo nel luogo dove mangeremo e dormiremo: l’imponente edificio Battaglini costruito nel 1902 grazie al dono di un abitante che aveva fatto fortuna in Egitto. Nell’edificio c’è la foresteria, la mensa, la scuola, la sede del Comune, l’ufficio turistico e la Posta. Prendiamo possesso delle camerate.

l'edificio Battaglini

l’edificio Battaglini

Ci accolgono due signore de L’ARIA, associazione che si occupa di educazione e formazione per la creazione teatrale. L’associazione è stata fondata nel 1998 dall’attore e regista francese Robin Renucci, ha un stagione teatrale e realizza laboratori tutto l’anno.
Mangiamo alla mensa e ci dirigiamo verso il teatro: tre chilometri a piedi immersi nel verde, nella frazione di Pioggiola. Dopo circa un chilometro di cammino individuiamo nel verde un enorme cubo di legno. Ci avevano parlato dell’originalità della struttura ma avvicinandosi restiamo sbalorditi.

Corsica selvaggia

Corsica selvaggia

Inaugurato nel 2010, il Theatre A Stazzona (la Forge) è uno spazio scenico polivalente e multifunzionale. E’ destinato principalmente alla formazione (teatro, circo, hip hop e molto altro). La sala principale è di 420 metri quadrati, ci sono gli spogliatoi, la sala prove, gli uffici de L’ARIA.

Theatre A Stazzona

Theatre A Stazzona

E’ un luogo incredibile e vivo, prima di noi c’è un laboratorio di giovanissimi acrobati che faranno una breve sfilata prima del nostro spettacolo. Intanto il sole è spuntato e accentua le sagome delle montagne che fanno da cornice al teatro. Vette innevate fino a tremila metri.

Theatre A Stazzona

Theatre A Stazzona

Facciamo spettacolo “au chapeau” , il primo per un pubblico francese, alle 18. C’è un buon afflusso di pubblico che se ne va divertito.

Applausi

Applausi

Andiamo a cena nel ristorante attiguo: ottimi i vini locali (di Calvi), c’è chi sceglie il bianco chi invece preferisce il rosè. Anche i dolci saranno molto apprezzati. Su tutti la Tarte Tatin tipica francese. Sulla via del rientro c’è anche il tempo di fare una breve sosta all’Osteria del paese dove un simpatico giovane originario delle Isole Reunion (!) ci serve un liquore alla prugna “du maison”. [sp]

Applausi

Applausi

Annunci

Au revoir Toscana!

8 giugno, diciottesimo giorno di #teatrosu2piedi
(da Radicofani a Livorno)

Stasera ore 18 dimostrazione a Olmi-Cappella (Corsica). Info sul sito dell’associazione ARIA.

Ultimo giorno in Italia. La sveglia dopo la festa della sera prima è docile per molti di noi. Passiamo la mattina a pulire l’ostello e salutare le tante persone incontrate la sera prima. Tantissimi ci fermano per strada per farci i complimenti! Facciamo un salto a visitare la Posta Medicea “Osteria Grossa”, una grande costruzione cinqucentesca che si trova proprio lungo la Francigena.

pronti per la partenza

pronti per la partenza

Dopo pranzo vengono provate alcune scene dello spettacolo, mentre gli altri sistemano e ordinano gli oggetti di scena. Tutto è pronto per la partenza. L’autobus ci porta da Radicofani a Livorno. Ripercorriamo al contrario la nostra ultima tappa Francigena a piedi, fino a San Quirico d’Orcia, ed è un po’ frustrante realizzare la vicinanza (in auto!) tra un paese e l’altro. Giriamo verso Montalcino, il paesaggio è meraviglioso. Fino a Grosseto. È un viaggio di relax e di bilanci per la prima parte del progetto, quella italiana, che oggi si esaurisce.

sul torpedone!

sul torpedone!

Ripenso a tutti i luoghi dove abbiamo portato il nostro spettacolo: il Cortile degli Svizzeri di Lucca, l’atrio del Palazzo Pretorio di Certaldo, il Circolo ARCI “Nuova Resistenza” di Gambassi Terme, la Loggia del Teatro dei Leggieri di San Gimignano, il Teatro dei Varii di Colle Val d’Elsa, il giardino dietro la Pieve Santa Maria di Monteriggioni, il cortile del Palazzo del Rettorato di Siena, la piazza Chigi di San Quirico d’Orcia, il Teatro Costantini di Radicofani. Nove repliche, nove location eterogenee invase dalla freschezza e dalla forza teatrale della nostra compagnia in cammino. Nove luoghi riscoperti e valorizzati grazie al teatro.

imbarco al Porto di Livorno

imbarco al Porto di Livorno

E intanto scorre la Toscana verso nord: all’altezza di Piombino un cielo terso ci regala una vista mozzafiato dell’Isola d’Elba. Arriviamo a Livorno con largo anticipo, abbiamo tempo per fare un giro nel suggestivo quartiere Venezia e assaporare le primizie locali ovvero il “cinque e cinque” e il “ponce”. A mezzanotte salpa il battello, direzione Bastia, Corsica.

sul traghetto

sul traghetto

Con questo post termina la collaborazione con i Diari di viaggio di turismo.intoscana.it. Il racconto del progetto nella sua fase francese continua sul blog ufficiale di #teatrosu2piedi e ovviamente su Twitter. Se hai incrociato il nostro percorso dal vivo, o se ci hai seguito solo online su uno degli otto social network dove #teatrosu2piedi è presente (WordPress, Facebook, Twitter, Vine, Storify, Instagram, Foursquare, YouTube), ti invito a lasciare un commento, un saluto, utilizzando l’apposito spazio in fondo a questo post. À demain! [sp]