Per mare e per porti

10 giugno, ventesimo giorno di #teatrosu2piedi
(da Olmi Cappella a Bastia + traghetto)

Stasera ore 19 dimostrazione a Yes We Camp – Marseille 2013

Una notte corsa. Ci svegliamo a gruppetti nel nostro alloggio Battaglini. Dopo colazione la compagnia ha in programma un punto della situazione e le prove di Rinaldo, la seconda novella boccaccesca che sta cercando una nuova strada per il suo debutto francese. Siamo nella sala prove dell’edificio multifunzionale del Comune.

Dopo pranzo è già tempo di partire. Non prima però di aver osservato con curiosità un gruppo di ragazzini del paese che intonano orgogliosi i cori della squadra di calcio del Bastia, militante nella Ligue 1 francese. È interessante osservare come alcuni inni, essendo in còrso, hanno le stesse parole di quelli delle squadre nostrane: “…non vi lasceremo mai…”. Anche le ragazzine li affiancano timide. Speriamo che questi mini-ultrà imparino dallo sport l’etica della competizione e il gioco di squadra e non si limitino a inutili rivalità troppo accese e all’intolleranza.

paesaggio mozzafiato

paesaggio mozzafiato

L’orgoglio corso, come è noto, è forte e si sente nell’aria. È eccezionale quando si esalta nell’apertura alle altre culture come è successo ieri al Theatre A Stazzona grazie all’associazione L’ARIA che ha ospitato la nostra soirée italo-francese.

al porto di Bastia

al porto di Bastia

Alle 13.30 torna il bus con lo stesso simpatico autista che ci riporta a Bastia. Non prima però di averci regalato, durante il viaggio, un paio di scorci stupendi dove il verde intenso della macchia combatte la sua guerra persa con il blu deciso del Mar Mediterraneo nello sfondo.

al porto vecchio

al porto vecchio

Abbiamo solo un’ora per visitare Bastia, alcuni di noi fanno rotta verso il vieux port: un salotto nel mare dove alle docili barche a vela fanno da contraltare minacciose montagne nello sfondo. Le montagne sono a sua volta sovrastate da nuvole cariche di pioggia. Una cartolina affascinante e non convenzionale. Anche la piazza San Nicola regala qualcosa da ricordare e i bar adiacenti alle cinque del pomeriggio sono già rifugio dei primi giovani per cui la notte non sarà corta. C’è tempo anche per intenerirsi di fronte a un circolo dove gli anziani bevono Ricard prima di tornare all’imbarco e salpare.

sulla Pascal Paoli

sulla Pascal Paoli

Non c’è molta gente sulla nave Pascal Paoli, il modo migliore per passare il tempo è sorseggiare una birra Pietra (la tipica còrsa) giocando in gruppo a “Lupus in tabula” nella versione italo-francese con tanto di traduzione simultanea. E poi via, ognuno nella sua cuccetta a farsi cullare dalle onde. [sp]

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Per mare e per porti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...