Au revoir Toscana!

8 giugno, diciottesimo giorno di #teatrosu2piedi
(da Radicofani a Livorno)

Stasera ore 18 dimostrazione a Olmi-Cappella (Corsica). Info sul sito dell’associazione ARIA.

Ultimo giorno in Italia. La sveglia dopo la festa della sera prima è docile per molti di noi. Passiamo la mattina a pulire l’ostello e salutare le tante persone incontrate la sera prima. Tantissimi ci fermano per strada per farci i complimenti! Facciamo un salto a visitare la Posta Medicea “Osteria Grossa”, una grande costruzione cinqucentesca che si trova proprio lungo la Francigena.

pronti per la partenza

pronti per la partenza

Dopo pranzo vengono provate alcune scene dello spettacolo, mentre gli altri sistemano e ordinano gli oggetti di scena. Tutto è pronto per la partenza. L’autobus ci porta da Radicofani a Livorno. Ripercorriamo al contrario la nostra ultima tappa Francigena a piedi, fino a San Quirico d’Orcia, ed è un po’ frustrante realizzare la vicinanza (in auto!) tra un paese e l’altro. Giriamo verso Montalcino, il paesaggio è meraviglioso. Fino a Grosseto. È un viaggio di relax e di bilanci per la prima parte del progetto, quella italiana, che oggi si esaurisce.

sul torpedone!

sul torpedone!

Ripenso a tutti i luoghi dove abbiamo portato il nostro spettacolo: il Cortile degli Svizzeri di Lucca, l’atrio del Palazzo Pretorio di Certaldo, il Circolo ARCI “Nuova Resistenza” di Gambassi Terme, la Loggia del Teatro dei Leggieri di San Gimignano, il Teatro dei Varii di Colle Val d’Elsa, il giardino dietro la Pieve Santa Maria di Monteriggioni, il cortile del Palazzo del Rettorato di Siena, la piazza Chigi di San Quirico d’Orcia, il Teatro Costantini di Radicofani. Nove repliche, nove location eterogenee invase dalla freschezza e dalla forza teatrale della nostra compagnia in cammino. Nove luoghi riscoperti e valorizzati grazie al teatro.

imbarco al Porto di Livorno

imbarco al Porto di Livorno

E intanto scorre la Toscana verso nord: all’altezza di Piombino un cielo terso ci regala una vista mozzafiato dell’Isola d’Elba. Arriviamo a Livorno con largo anticipo, abbiamo tempo per fare un giro nel suggestivo quartiere Venezia e assaporare le primizie locali ovvero il “cinque e cinque” e il “ponce”. A mezzanotte salpa il battello, direzione Bastia, Corsica.

sul traghetto

sul traghetto

Con questo post termina la collaborazione con i Diari di viaggio di turismo.intoscana.it. Il racconto del progetto nella sua fase francese continua sul blog ufficiale di #teatrosu2piedi e ovviamente su Twitter. Se hai incrociato il nostro percorso dal vivo, o se ci hai seguito solo online su uno degli otto social network dove #teatrosu2piedi è presente (WordPress, Facebook, Twitter, Vine, Storify, Instagram, Foursquare, YouTube), ti invito a lasciare un commento, un saluto, utilizzando l’apposito spazio in fondo a questo post. À demain! [sp]

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Au revoir Toscana!

  1. Sul Tgv che mi riporta a Parigi guardo scorrere il paesaggio insolitamente assolato… Ripenso alle magiche e dense 48 ore condivise con questa allegra e generosa compagnia itinerante di più di 60 piedi… Che incredibile esperienza di vita, di teatro e di scambio! Grazie per l’accoglienza! augurando un ultima rappresentazione vibrante e eclatante come : “le bouquet final d’un beau feu d’artifice…”! Evviva la commedia!!!!! Bacissimi!!! La maman de Giulia. traductrice provetta! E buon ritorno a tutti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...